Smalto Chanel Particulière n. 505 (con video review).

Chanel Particuliere

…ed eccolo qua, Chanel ci spiazza e ci confonde ancora con i pazzi colori degli smalti che propone da sempre nelle nuove collezioni.
Sì sì, vi sento già: “Oddio no, non mi piace”, “E’ adorabile e chic”, “Non lo indosserei nemmeno sotto tortura” “lo voglio! E’ il must di stagione”, insomma questo smalto è piuttosto controverso, o si ama o si odia! Fatto sta che nelle profumerie ormai è introvabile, e alla fin fine tutte (più o meno) cedono ai capricci di Chanel, perchè Chanel detta la moda, Chanel è sempre la prima in fatto di tendenze, Chanel ci vizia, insomma Chanel è Chanel, punto.

Così ragazze, ci sono cascata anch’io, come una pera cotta, e appena uscita la collezione primaverile, sono corsa in profumeria e l’ho comprato. Tipo Terminator, avevo in mente solo lo smalto n. 505, e l’ho voluto provare prima di acquistarlo solo per cortesia nei confronti della commessa, ma l’avrei preso anche a occhi chiusi.
Ma, c’è un ma: all’inizio non mi è piaciuto, per niente! L’ho tenuto sulle mani per due giorni questo colore “talpa” o “fango” o “grigio topo”, insomma…mi ricordava tutte cose piuttosto bruttine, e mi dicevo, cavolo, stavolta ho toppato!

Quest’anno le unghie devono essere dipinte con tonalità mat e vellutate, al bando gli smalti perlati o i colori forti delle scorse stagioni. Le tonalità sono discrete e pastello, e devo dire che hanno avuto grande riscontro, soprattutto all’estero. Da noi invece questi colori non riscuotono molti consensi, ma forse perchè noi italiane amiamo i colori più decisi, più sfacciati, oppure l’esatto contrario, le nuance “nude”, lattiginose e quasi trasparenti, insomma, non siamo per le sfumature.

Come vi dicevo, all’inizio non mi convinceva proprio, ma passato qualche giorno devo dire che ha iniziato a piacermi. Vedevo questo marrone martora, che a seconda della luce, diventava più scuro, o più chiaro fino a sembrare quasi grigio, e allora ho pensato, che in fondo sì, avevo uno smalto con questo colore così strano, così unico, così “particulière”…e allora ho pensato:

Chanel: hai sempre ragione!

VIDEO REVIEW

Leave a Reply

Your email address will not be published.